Le Ricette
 

Chili con manzo e Tortillas de mais

Chili con manzo e Tortillas de mais

A bowl ò red (una ciotola di rosso), il Chili, forse è il più diffuso di tutti i cibi Tex-Mex, è l’adattamento di un tradizionale piatto di carne del Sud-Ovest dell’America (di solito manzo e maiale) che veniva fatto sobbollire lentamente in una salsa di peperoncini secchi e spezie. Il termine chili, con una “i” alla fine anziché una “e” si pensa derivi dal modo in cui i texani di lingua inglese pronunciavano Cile.

Un particolare molto carino è che le donne che nei mercati a San Antonio negli anni intorno al XIX sec. vendevano il chili si chiamavano Chili Queens (regine del chili) e che il vero Texano inorridisci al pensiero di un solo fagiolo vicino ad una pentola di chili perché un vero chili dovrebbe contenere solo carne e peperoncino. Oggi il chili è diventato un alimento-simbolo, uno dei piatti nazionali d’America e quello ufficiale dello stato del Texas.

Il Chili ha però nel tempo subito varie interpretazioni e adattamenti regionali, è stato fatto persino con la carne di scoiattolo, ma solo i texani vi diranno che sono gli unici a sapere come farlo. Gli amanti del chili hanno dato vita ad una competizione che riunisce 50 pods, club, negli Stati Uniti ed in Canada dove si organizzano gare e incontri incentrati su questo piatto. Le regole sono rigide tra cui si evince: i cibi esotici devono essere evitati, né dovrà essere aggiunto lo zucchero. Il cumino deve essere aggiunto con moderazione: il vero segreto di un buon chili è nel giusto equilibrio, i giudici valutano il 60% il sapore, il 30% la composizione e il 10% la consistenza.

Chiliconcarne

Ho sempre amato questa cucina e ho molti libri:” Messico” della collana del Coriere della sera, Cucina del Mondo (Messicana) di Anne Wilson, Cucinare Tex-Mex, ma il più ricco di informazioni, storia e ricette è Stati Uniti, Una scoperta gastronomica, Konemann, diviso in tredici capitoli ed uno sul Texas.

Devo fare un ringraziamento particolare ad Anne del blog Food Blog, per avermi fatto approfondire un argomento che mi appassiona, la cucina Tex-Mex, così accontento anche i texani e le chili queens di casa mia.

Altro mega ringraziamento alla mia amica Mariacristina del sito “La cuoca celiaca” per avermi aiutato a fare le tortillas de mais !!!

Tortillasdemais

Chili con manzo e Tortillas de mais
Autore: 
Tipo ricetta: Main course
Cucina: Tex-Mex
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
 
Utensoli indispensabili: pentola di ghisa o di terracotta.
Ingredienti
  • 2 cucchiai di olio di mais- vegetale
  • 900 g di punta di manzo tagliata in cubetti di 2 cm
  • 1 cipolla pelata e tagliata a pezzetti
  • 4 spicchi d' aglio non sbucciati
  • 2 tazze di pomodoro pelati
  • 3 peperoncini verdi lunghi senza semi e nervature finemente tritati (io peperoncini rossi secchi fatti da me)
  • 350 ml di birra leggera
  • ¼ tazza di polvere di peperoncino condita (una miscela con aggiunta di spezie venduta nei negozi) io no
  • 2 cucchiaini di cumino macinato
  • 1 cucchiaino di origano secco
  • 1 cucchiaino di concentrato di manzo in polvere per il brodo (io no)
  • sale e pepe fresco macinato al momento, a piacere
  • zucchero di canna, a piacere
  • salsa piccante in bottiglia, a piacere (io no)
Preparazione
  1. in una pentola di ghisa riscaldate l' olio e dorate il manzo tutto in una volta
  2. togliete la carne e mettetela da parte
  3. aggiungete ancora dell' olio nella pentola, quindi la cipolla, facendola cuocere a fuoco basso per 5 minuti
  4. rimettete il manzo nella pentola, con gli spicchi d' aglio, i pomodori, i peperoncini verdi, la birra, le polveri di peperoncino, il cumino, l' origano e il concentrato di manzo
  5. rimescolate per amalgamare
  6. coprite e lasciate sobollire il chili per circa 1 ora ½ fino a che la carne non sia tenera ma non sfatta
  7. togliete gli spicchi d' aglio
  8. tagliate l' estremità di ogni spicchio, estraete la polpa facendo pressione sulla pellicola esterna e rimettete in pentola
  9. se graditi, unite sale, pepe, zucchero di canna e salsa piccante.

 

 

Tortillas de mais
Autore: 
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura: 
Tempo totale: 
 
Prima che la farina di grano fosse introdotta nella regione dai coloni europei, le tortillas erano fatte esclusivamente con il mais degli indiani; questi dischi tondi e piatti costituivano la versatile base dell' alimentazione dell' intera popolazione.
Il nome significa "piccola torta", poichè agli spagnogli parve che le tortillas assomigliassero propio a questo.
Oggi le tortillas di mais vengono usate al posto del pane durante i pasti o come involtini per tutta una serie di ingredienti, limitata solo dall' immaginazione del cuoco. Le tortillas hanno un diametro che va solitamente dai 12 ai 15 cm.
Vengono fatte con una pressa per tortillas, costituita da 2 dischi di metallo con un manico. Il vecchio metodo consisteva nello spianarle a mano.
In seguito queste vengono cotte in padella o su una piastra calda chiamata comal, fino a che non diventano calde e leggermente croccanti oppure soffici a seconda delle necessità.
Vengono servite piegate a mezzaluna in modo da contenere un ripieno, ottenendo così dei tacos oppure vengono arrotolate a forma di flauto e fritte. Le si arrotola attorno a un ripieno mantenendole morbide per le enchiladas, mentre come tostatas formano la base per fagioli rifritti e una varietà di altri companatici.
Possono essere tagliate a fette o fatte a pezzettini e usate per guarnire le zuppe, come chips da accompagnare a una sola salsa o alla guacamole o infine come ingredienti per una quantitò di piatti cotti al forno o fritti.
Ingredienti
  • 1¾ tazza di masa harina (disponibile nei negozi specializzati in cibo americano e messicano) (io farina di mais per celiaci bianca) o farina di mais gialla
  • 1 tazza e 2 cucchiai di acqua calda
  • un cucchiaio di olio vegetale
Preparazione
  1. amalgamate bene la farina, l' acqua calda e l'olio in una terrina
  2. disponerte l' impasto su una superficie liscia e lavoratelo fino a farlo diventare liscio e compatto
  3. se l' impasto è appiccicoso aggiungete farina, se troppo secco unite qualche goccia d' acqua
  4. lasciate riposare l' impasto per 30 minuti dopo averlo avvolto nella pellicola trasparente o in una tovaglia da cucina
  5. dividete l'impasto in 15 palle
  6. tagliate 2 fogli di pellicola in un rettangolo leggermente più largo del diametro della pressa per tortilla
  7. scaldate 2 padelle, una a fuoco medio alto, l' altra a fuoco moderato
  8. mettete un rettangolo di pellicola su una superficie della pressa, disponete una parte dell' impasto e ricoprite con il secondo foglio
  9. chiudete la pressa in modo da formare una tortilla di 1,5 mm circa di spessore
  10. togliete delicatamente il primo velo di pellicola e, appoggiando la tortilla sulla mano, staccate anche il secondo foglio
  11. fate scivolare la tortilla nella pentola a temperatura media e cuocete per circa 30 secondi
  12. aiutandovi con una spatola girate la tortilla sull' altro lato, mettendola nell' altra padella a fuoco più vivo
  13. cuocete per 30 secondi e poi giratela ancora per altri 30 secondi
  14. lasciate riposare su un piatto coprendo con uno strofinaccio
  15. ripetete il procedimento con le altre tortillas
  16. lasciate riposare le tortillas, coperte, a temperatura ambiente per circa 15 minuti prima di servire, in maniera che rimangano morbide.
  17. Come fare a mano le tortillas di mais:
  18. fare delle palle di pasta di uguali dimensioni
  19. con i palmi delle mani schiacciatene una a forma di disco
  20. stendete il disco in un cerchio più largo e sottile, stirando la pasta con le dita di una mano contro il palmo dell' altra
  21. fate passare il disco di pasta da un palmo all' altro con un certo vigore, allargando il diametro del cerchio
  22. la tortilla pronta dovrebbe avere un diametro di 15 cm circa
  23. la tortilla viene girata e cotta sul secondo lato in una padella calda e unta
  24. la tortilla cotta è leggermente croccante e gommosa, decisamente differente da quelle che si trovano in commercio.

Con questa ricetta partecipo al MTChallenge di Aprile con la ricetta proposta da Anne.

PicMonkey Collage

 

Marica
Marica Bochicchio
info@cookingwithmarica.net

Cooking With Marica - Cibo per la salute dei nostri occhi...

2 Comments
  • Ilaria
    Posted at 15:34h, 19 maggio

    Davvero un ottimo piatto. E’ famosissimo e conosciuto oramai in tutto il mondo. E quando un piatto valica i confini nazionali significa che è davvero buonissimo.
    Buona domenica.

  • daniela
    Posted at 10:38h, 29 aprile

    Marica, la tua preparazione è indubbiamente ottima, ma purtroppo devo metterla fuori concorso per due motivi:
    il primo è che non hai accompagnato il chili di carne con il contorno, che era previsto e considerato necessario
    il secondo , che non hai preparato la salsa di chili secondo le regole di Ann e anche questo era considerato necessario…
    Mi dispiace moltissimo ….
    A presto
    Dani

Post A Comment

Rate this recipe:  

Pin It on Pinterest

Share This