Le Ricette
 

Crumble ai ribes rossi

Crumble ai ribes rossi

Solo in montagna si fanno delle gran scorpacciate di frutti di bosco e quest’ anno ho mangiato sopratutto ribes rossi in tutti i modi possibili, con gelato, con pancakes, con crepes e con cruble. Allora, per mitigare la nostalgia della montagna, ho fatto il Crumble di ribes rossi cosi posso anche  partecipare al gioco di: Panna Cioccolato e fantasia che propone il contest “Crumble dolci e salati”, e farà ai vincitori un regalo a sorpresa (adoro le sorprese) voi no!?.  Se volete partecipare, basta visitare il blog, è  molto facile, dai manca poco alla scadenza, il 31 agosto. Il crumble è una ricetta Inglese, risale alla seconda guerra mondiale e veniva preparato come piatto unico sia dolce che salato come ci ricorda il contest citato prima. Nella versione dolce (il più tipico è quello di mele) è servito con panna o gelato (io preferisco il gelato di panna che lega con il sapore acidulo del ribes rosso), che dire ancora, dovete provarlo!

Ingredienti per 6/8 persone:
  • 2 confezioni di ribes rossi circa 500 g
  • 50 g di burro freddo a cubetti
  • 70 g di farina 00
  • 50 g zucchero di canna
  • 20 g farina di cocco
  • 50 g pistacchi tagliati grossolanamente (alternativa mandorle, nocciole, fiocchi di avena, riso soffiato)
  • 1 savoiardo o 1 biscotto secco sbriciolato o 1 cucchiaio di fecola di mais da mischiare ai ribes per assorbire il liquido della frutta nella cottura
  • pirofila da forno di ceramica o pyrex, quella che usate per le crostate da 22 cm di diametro
Procedimento:
  • lavate e pulite i ribes, unite il savoiardo sbriciolato e metteteli nella pirofila precedentemente imburrata
  • impastare velocemente tutti gli altri ingredienti con la punta delle dita e sistemare le briciole di impasto sopra la frutta
  • cuocere a 180 °C per circa 30-35 minuti fino a doratura
  • servire tiepido con il gelato di panna
  • se volete usare altri tipi di frutta secondo la stagione: come le mele, le prugne, le banane, le albicocche etc.. regolatevi con lo zucchero di canna a vostro piacimento, io cerco sempre di usarne poco.
Marica
Marica Bochicchio
info@cookingwithmarica.net

Cooking With Marica - Cibo per la salute dei nostri occhi...

5 Comments
  • Marica Bochicchio
    Posted at 14:34h, 06 dicembre

    @daniele grazie della ricetta, ho mangiato la Linz torte in Austria è buonissima, proverò sicuramente la tua ricetta e se mi viene presentabile la pubblico, è perfetta per le feste… ciao marica

  • daniele
    Posted at 13:18h, 03 dicembre

    Ottima proposta! credo che comunque ci voglia un frutto un po’ acido come il ribes rosso per controbilanciare i toni dolci e vellutati di zucchero e panna, in perfetto stile tirolese…
    Io ho appena provato un altro classico con il ribes rosso (in gelatina,questa volta):

    LINZER TORTE

    Farina 00, 300g
    Zucchero, 200g
    Burro, 220 g
    Mandorle sbriciolate fini, 250 g
    Gelatina di ribes rosso, 200 g
    Cacao amaro in polvere, 1 cucchiaio
    1 rosso d’uovo + 1 uovo intero
    Latte, 10 ml
    Cannella in polvere, 1/2 cucchiaino
    Chiodi di garofano in polvere, 1/2 cucchiaino

    Impastare rapidamente farina, rosso d’uovo, zucchero e mandorle con il burro ancora freddo a pezzetti, il cacao e le spezie. Fare una palla e lasciarla riposare in frigo per 1 h. Poi stenderne metà in una teglia da 28 cm. Coprirla con la gelatina di ribes. Con l’altra metà dell’impasto formate rotolini di circa 1 cm di spessore: stenderli prima lungo il bordo della torta, poi sopra a reticole come per una crostata. Spennellare i rotolini con l’uovo intero sbattuto col latte. Infornare per 1 ora e 20′ a 170°.
    Buona merenda e buone feste!

  • marco
    Posted at 23:16h, 26 agosto

    anche le more vanno benissimo, è una giusta alternativa, fatemi sapere come le usate.

  • pellegrinidiartusi
    Posted at 20:40h, 26 agosto

    Buonissimo
    Adoro i crumble!
    Noi domani o dopodomani andiamo a raccogliere more 😀

  • Isa
    Posted at 12:13h, 26 agosto

    Ciao Marica ,anche noi siamo appena rientrati dalla montagna dove si è mangiato di tutto e di piu’ e dove i sapori ricordano tante cose e i frutti di bosco, la panna ,il burro buonissimo ti fanno tornare un po’ indietro nel tempo…provero’ senz’altro la ricetta che proponi, deve essere squisita e il rientro dalle vacanze piu’ dolce !

Post A Comment

Pin It on Pinterest

Share This