Il Danubio

Il Danubio

L’impasto di questa ricetta si chiama “Danubio” nome di quel romantico fiume che attraversa l’Europa. Il Danubio originale è fatto di  piccole palline di pasta biosche ripiene di prosciutto e formaggio che dopo la cottura prendono la forma di una rosa. Ho voluto cambiare il ripieno e la forma della ricetta tradizionale: ho usato della cicoria e ho fatto dei triangoli-ravioli, più facili eventualmente da congelare. Ho copiato la ricetta dalla blogger “Peperoni e patate” che mi ha dato l’opportunità nel mettermi in gioco con le paste lievitate e partecipare al suo contest mtchallange di marzo. Sono contenta del mio impasto soffice e leggero, sono sicura che lo farò anche dolce ripieno di crema, amarene e marmellata e forse mi verrà anche meglio…

Utensili indispensabili:
  • la planetaria
Ingredienti per 18-20 triangolini di 14 cm circa – ricetta della blogger “Peperoni e patate”:
Per la briosche:
  • 500 g di farina (300 g manitoba, 200 g farina 00) io ho usato 300 g di farina 0 e 200 g di farina 00 (linea biologica vivi verde coop)
  • 150 g di latte (anche 160, 170, regolatevi in base all’ assorbimento della farina)
  • 3 tuorli ed 1 uovo intero
  • 1 cucchiaino di sale (circa 8-10 g)
  • 10 g di lievito di birra
  • 40 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di miele
  • 80 g di strutto (io ho usato solo burro per un totale di 100 g)
  • 20 g di burro
Per il ripieno di verdure:
  • 2 mazzi di cicoria
  • 1 spicchio d’ aglio
  • 10 g di pinoli
  • 10 g di uvetta messa a bagno in un vino dolce
  • un cucchiaio di formaggio di fossa o pecorino
  • sale e pepe q.b
Procedimento:
Per il ripieno:
  • pulite e sbollentate le cicorie
  • passate poi le cicorie in un soffritto di aglio e olio, sale e pepe, per qualche minuto e poi mettetele nel mixer e lasciatele raffreddare
  • mettete a bagno l’ uva passa in un vino dolce e passate in padella per qualche minuto i pinoli finchè si abbrustoliscono
  • scolate l’ uva passa e unitela ai pinoli ed insieme alle verdure.
Per la pasta briosche:
  • sciogliete il lievito nel latte tiepido insieme al cucchiaino di miele
  • una volta sciolto aggiungere la farina, il sale e iniziare ad impastare
  • io ho usato la planetaria e ho fatto tutto molto velocemente
  • unite l’ uovo interno e 2 tuorli (uno tenetelo da parte), lo zucchero ed impastate fino ad assorbimento
  • a questo punto aggiungere l’ ultimo tuorlo rimasto fate assimilare completamente all’impasto
  • quando le uova saranno completamente amalgamate unite lo strutto e il burro (io ho usato solo burro) e impastate fino a che non siano completamente assorbite
  • a questo punto continuate ad impastare fino a che l’ impasto non sia incordato
  • per rendervi conto vedrete che man mano l’ impasto diventerà liscio, lucido e pulirà la ciotola
  • quando arriverete a questo punto fate la prova del velo, cioè staccate un pezzetto e stendetelo finchè non riuscirete a vederne la trasparenza
  • se si rompe prima di arrivare a questo punto dovrete continuare ad impastare
  • io infatti ho dovuto fare la prova del velo più volte e continuare ad impastare con la planetaria usando il gancio ad una velocità di 1,5
  • questo è un punto importante
  • quando l’ impasto sarà incordato mettere a lievitare in luogo tiepido fino al raddoppio
  • trascorso il tempo necessario (circa 2 ore), sgonfiate l’ impasto e formate un salsicciotto
  • a questo punto dividete in piccole palline l’ impasto, circa 18, che poi stendete con le mani e riempite con le verdure formando dei triangoli
  • chiudetele bene, io ho pizzicato i bordi, e metteteli distanziati  in una teglia (nella cottura raddoppiano) con carta da forno o foglio di silicone
  • far lievitare fino al raddoppio in forno tiepido
  • spennellate con del latte o con del tuorlo sbattuto per un effetto più colorito e infine procedere alla cottura  in forno caldo a 220 °C per 10-15 minuti.
Marica Bochicchio
info@cookingwithmarica.net

Cooking With Marica - Cibo per la salute dei nostri occhi...



Pin It on Pinterest

Share This